Home

Fin da piccolo il mare mi ha sempre affascinato, ma in maniera un pò atipica, forse. Preferivo contemplarlo da fuori, tentando di arrivare con la sola vista a superare l’orizzonte, quella striscia che nessun uomo può oltrepassare. Non amavo immergermi, facevo di tutto pur di evitarlo. Evitavo il contatto con il mare, ma ero fortemente incuriosito, volevo saperne di più, capire da dove provenisse tutta quella magia che scorgevo in un grande contenitore d’acqua. Dal mare allo squalo il passo è stato breve. Sì, il pescecane, un animale da molti odiato per la sua enorme ferocia, quasi senza freni, come quella che può apparentenere al peggiore dei criminali che abbia calpestato il suolo terrestre. Ma cosa c’è di affascinante in tutto questo? Forse risposta non esisterà nemmeno, però, non ho mai voluto arrendermi all’evidenza, ridurre tutto ad un senso di trasgressione non fa per me. Dovevo arrivare ad una soluzione, tentare di individuare il motivo che mi portasse ad amare un animale così crudele, solitario, pensieroso, temuto e dunque rispettato. E io non sono mai stato uno prepotentemente, ho quasi sempre preso le parti del più debole, ma con lo squalo è sempre stato diverso, un trasporto che voglio provare a spiegare attraverso i fatti, attraverso il modus vivendi del pescecane. Dunque ho pensato: “Quale strada migliore della creazione di un sito dove poter mettere a disposizione di tutti qualche riflessione, interessante o forse no, curiosità, originale o meno? Ovviamente ogni critica costruttiva sarà ben accolta, alla fine tale piattaforma sarà soprattutto Vostra…

Sperando possiate gradire,

Marco Scipioni

Annunci